/ ARTICOLI

GOLFO ARANCI - C'è anche Nina Senicar tra gli ospiti illustri del Figari Film Fest, insieme ad Anna Galiena, Matteo Branciamore, Diana Del Bufalo e Tea Falco, instancabile giurata che segue tutte le proiezioni serali della kermesse. L'attrice e modella serba, recentemente vista anche in  Sadie di Craig Goodwill, film di apertura del Torino FF, e al lavoro su Mayhem di Joe Lynch, è anche la protagonista di uno dei corti del concorso, La gamba di Salvatore Allocca, nei panni di una giovane donna serba, Anastasia, che vive d'espedienti. L'incontro con un anziano solitario (Ernesto Mahieux) con una strana missione - rintracciare il proprietario di una gamba artificiale rinvenuta nel bosco per restituirgliela- sarà l'occasione per vivere un giorno di inaspettata vicinanza. Un incontro tra due solitudini sul filo rosso della memoria, rappresentata dal destino di una gamba artificiale che nessuno sembra volere, che diventa un'occasione quasi salvifica e di rinascita dove entrambi avranno modo di riscoprire il reciproco passato e farvi finalmente pace.

"L'ho incontrata alcuni anni fa per un film che alla fine non è stato mai realizzato, da quel momento ho deciso che avrei lavorato con lei appena possibile", racconta il regista a proposito della Senicar, e sull'origine della storia racconta: "L'idea è stata di uno degli sceneggiatori che lavora come metronotte, un giorno tornando dal lavoro ha visto questa gamba persa nella metro. Così abbiamo iniziato a costruire la storia di due solitudini che si incontrano e si avvicinano in un simbolico viaggio di attraversamento della città di Roma". 

VEDI ANCHE

FIGARI FILM FEST

Ad