/ ARTICOLI

Premio alla Carriera a Martin Scorsese protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico dedicato al cinema italiano. Conversazioni con Sigourney Weaver, Giuseppe Tornatore, Pierre Bismuth e approfondimenti sui mestieri del cinema con Luca Bigazzi, Arnaldo Catinari, Giogiò Franchini, Esmeralda Calabria. L’anteprima di Notti magiche di Paolo Virzì, le retrospettive su Peter Sellers e Maurice Pialat, il restauro di Italiani brava gente di Giuseppe De Santis, la mostra su Marcello Mastroianni Queste le anticipazioni salienti annunciate dal direttore artistico Antonio Monda, d’intesa con Laura Delli Colli, alla guida della Fondazione Cinema per Roma. La tredicesima edizione della Festa di Roma si svolgerà dal 18 al 28 ottobre all’Auditorium Parco della Musica, coinvolgendo numerosi altri luoghi e realtà culturali della Capitale. Il programma completo sarà annunciato nel corso di una conferenza stampa che si terrà venerdì 5 ottobre.

Anteprima come Evento speciale per Notti Magiche di Paolo Virzì, ambientato a Roma nel 1990 sullo sfondo dell'estate dei mondiali di calcio. Il film è prodotto da Marco Belardi per Lotus Production, una società di Leone Film Group, con Rai Cinema e sarà distribuito da 01 Distribution. Protagonisti sono i tre giovani Mauro Lamantia, Giovanni Toscano e Irene Vetere. Folto il cast dei ruoli secondari, da Giancarlo Giannini a Roberto Herlitzka, da Paolo Bonacelli a Ornella Muti, e poi Marina Rocco, Andrea Roncato, Giulio Scarpati, Emanuele Salce, Giulio Berruti, Ludovica Modugno, Ferruccio Soleri, Simona Marchini. La sceneggiatura è firmata dallo stesso regista insieme a Francesca Archibugi e Francesco Piccolo. Si tratta di una commedia che è anche un noir: un noto produttore cinematografico viene trovato morto nelle acque del Tevere, i principali sospettati dell’omicidio sono tre giovani aspiranti sceneggiatori. In una nottata al Comando dei Carabinieri viene ripercorso il loro viaggio trepidante, sentimentale ed ironico nello splendore e nelle miserie dell’ultima stagione gloriosa del Cinema Italiano.

Martin Scorsese, come già annunciato, riceverà il Premio alla carriera che sarà consegnato da Paolo Taviani. In quell’occasione, il maestro statunitense sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico. Nel corso dell’evento, curato da Antonio Monda, Scorsese ripercorrerà la sua carriera cinquantennale e mostrerà alcune sequenze scelte fra i film italiani che hanno maggiormente influenzato la sua vita e la sua opera. Presenterà inoltre un classico del cinema italiano in versione restaurata e terrà un incontro con gli studenti dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza.   

Gli altri incontri saranno con l'attrice americana Sigourney Weaver, con il regista italiano Giuseppe Tornatore e con l'artista francese Pierre Bismuth, autore di mostre e videoinstallazioni che combinano, in modo rivoluzionario, generi e linguaggi, dalla scultura alla pittura, dal collage all'architettura fino alla musica, Oscar per la sceneggiatura di Se mi lasci ti cancello insieme a Michel Gondry e Charlie Kaufman, autore del lungometraggio Where is Rocky II?

Le retrospettive, a cura di Mario Sesti, saranno dedicate a due grandi esponenti del miglior cinema europeo. Da una parte, Peter Sellers, poliedrico artista inglese, noto per la straordinaria carica comica e per la lucida follia dei suoi personaggi, su tutti l’ispettore Clouseau; dall'altra Maurice Pialat, cineasta francese, Palma d'oro a Cannes per Sotto il sole di Satana. La retrospettiva su Peter Sellers si svolgerà in collaborazione con l'Ambasciata Britannica e il British Council, quella su Maurice Pialat sarà realizzata con la Cineteca di Bologna e l’Ambasciata di Francia.

Alcune grandi opere del cinema italiano saranno in programma in versione restaurata: fra queste, Italiani brava gente di Giuseppe De Santis. Tra i fondatori del Neorealismo, Leone d’Oro alla Carriera nel 1995, il regista rievoca la tragedia degli italiani nella campagna di Russia durante la seconda guerra mondiale. Il restauro è realizzato da Cineteca Nazionale.

Fra ottobre e gennaio, presso il Museo dell'Ara Pacis, si terrà una grande esposizione dedicata a uno dei simboli del cinema italiano nel mondo: Marcello Mastroianni. La mostra, a cura di Gian Luca Farinelli, è promossa da Musei di Roma, Cineteca di Bologna, Istituto Luce Cinecittà, Equa di Camilla Morabito.

Come ogni anno, il direttore artistico e i membri del Comitato di Selezione condivideranno con il pubblico una breve rassegna di film che hanno segnato la loro passione per il cinema: dopo il western e il musical, nel 2018 sarà la volta del noir. Antonio Monda è affiancato da un comitato coordinato da Mario Sesti e composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel e Valerio Carocci. 

L’Auditorium Parco della Musica è il fulcro della Festa del Cinema dal 2006 con il red carpet e le sale di proiezione. Ma la Festa coinvolgerà numerosi altri luoghi della Capitale: fra questi,  l’Auditorium di Rebibbia Nuovo Complesso e la Casa Circondariale Femminile di Rebibbia. Dopo il successo del progetto pilota che si è svolto lo scorso anno in via della Frezza, la Festa ha deciso di proseguire con l’apertura delle sue iniziative all’interno del tessuto cittadino, estendendo l’iconico Red Carpet ad una molteplicità di punti di incontro nel Centro Storico di Roma. Il progetto, curato dal gruppo di comunicazione HDRA, prende il nome di Accadrà sul red carpet e avrà l’obiettivo di promuovere il cinema di qualità e la città di Roma.

VEDI ANCHE

ROMA 2018

Ad