/ ARTICOLI

Tutti gli anni con l’arrivo della metà del mese di dicembre scatta la convulsa ricerca ai regali anche per chi la ricerca dei doni è impresa ardua che tende a rinviare fino all’inverosimile, drammatica giornata del 24. Per loro ma anche per chi, pur organizzatissimo, non disdegna qualche consiglio su strenne originali e cinematografiche ecco una lista di cosa è possibile mettere sotto l’albero con il logo di Istituto Luce - Cinecittà.

 MOSTRE

Il sorpasso - Quando l’Italia si mise a correre

Dalla ricostruzione del paese dopo la devastazione della Seconda guerra mondiale al clamoroso boom economico degli anni ’60. È questo il periodo storico narrato nella grande mostra fotografica Il sorpasso - Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961, ospitata al Museo di Roma (Palazzo Braschi) fino al 3 febbraio 2019. Biglietti da 7,00 euro; con un sovrapprezzo di 1,00 euro per la prevendita con acquisto online. Dopo il Museo di Roma, la mostra ha già una nuova data fissata a Parma a Palazzo del Governatore, dall’8 marzo al 5 maggio 2019.

Cinecittà si Mostra

L’iniziativa culturale che valorizza il patrimonio storico e architettonico degli studi di Cinecittà consentendo al grande pubblico di visitare i grandi set all’aperto, l’attrezzeria e i percorsi espositivi. Ogni anno 90mila persone varcano la storica entrata di Via Tuscolana 1055 per entrare nella Fabbrica dei sogni felliniana. Oltre agli ingressi individuali acquistabili presso la biglietteria di Cinecittà si Mostra e su Ticketone.it è possibile comprare e regalare il Biglietto Famiglia 40,00 euro (valido per 2 adulti + 2 ragazzi fino ai 18 anni); il Biglietto Open, ovvero senza data, che consente l’ingresso in un giorno a piacere nell’arco di 6 mesi. Tariffe 14,00 euro per ragazzi dai 6 ai 26 anni, mentre l’ingresso intero costa 15,00 euro (per info mostre@boxeventitalia.it). Infine si può acquistare il pacchetto Smartbox “A tutto svago per due” e “Grazie!” che consente di vivere l’esperienza all’interno degli studios. Per utilizzare i coupon Smartbox non è necessaria la prenotazione e basta presentarsi alla biglietteria di Via Tuscolana 1055 con il buono presente nel cofanetto.

DVD

Il tuo anno (dal 1946 al 1976)

Scopri cosa è successo nel tuo anno con 30 minuti di video che raccolgono le immagini spesso inedite del celebre Archivio storico dell'Istituto Luce, raccontando in una sequenza di amarcord i fatti più significativi della storia italiana e del mondo, per ciascuno degli anni che vanno dal 1946 al 1976. Frammenti di storia di un'Italia che cresceva vertiginosamente in un periodo storico di profondi ed esaltanti cambiamenti epocali. Un documento straordinario e dai toni garbati su "come eravamo".

La botta grossa

Vincitore del Nastro d’argento miglior documentario nel 2018 il documentario di Sandro Baldoni racconta la seconda scossa di terremoto avvenuta nel Centro Italia il 30 ottobre 2016 dopo il sisma di agosto ad Amatrice. Partendo dalla sua casa distrutta nella zona dei Monti Sibillini, e dal suo personale stato d’animo, il regista compie un viaggio “da dentro” l’esperienza del terremoto, per cogliere le paure profonde, i traumi, le ansie, le rabbie, le speranze delle persone colpite.

Pagani

Nel profondo sud dell'Italia sopravvivono antichi sincretismi religiosi legati alla Madre Terra. A Pagani, nei pressi di Pompei, sette giorni dopo Pasqua si celebra la Madonna delle Galline, una Vergine venerata con canti e danze ancestrali. Fonzino è il prescelto che guida il popolo nella costruzione del Tosello, un tempietto barocco segreto, rivelato alla comunità ogni anno il giorno della festa. Biagino è il leader di una comunità omosessuale di devoti, protagonista degli eventi liturgici più ortodossi. Per trenta giorni il popolo dei devoti si muove all'unisono per perpetuare la tradizione qui filmata da Elisa Flaminia Inno.

Che cos’è un Manrico

Manrico è un trentenne distrofico. Orfano di padre e madre, vive da solo con la nonna in totale dipendenza da operatori sociali e volontariato. Manrico è anche un ex giocatore della nazionale di hockey su sedia a rotelle, uno stonatissimo cantante, un assiduo frequentatore di social network. Ma non solo. E quando si troverà a passare sette giornate normali col suo operatore nel cuore di Roma, d’estate, in sella a una carrozzina a motore, a fare slalom tra le macchine, arrampicandosi per i marciapiedi ostruiti, facendo tappa nei bar di Borgo Pio, nei ristoranti cinesi, e fra i suonatori di strada di Campo De’ Fiori, forse allora scopriremo cos’è, per il regista Antonio Morabito, un Manrico.

Ho rubato la marmellata - Vita di un artista scorretto

Un omaggio senza filtri, verace come sarebbe piaciuto a lui, Remo Remotti, personalità eclettica e irriverente che ha spaziato dalla pittura al teatro, dal cinema alla letteratura e alla musica, fino a diventare alla fine della sua lunga vita idolo dei giovani dell’underground romano. Per accompagnare i loro ricordi personali, Gioia Magrini e Roberto Meddi scelgono testimonianze di chi lo hanno conosciuto rimanendone folgorati come lo scrittore Michele Serra, del critico d’arte Gianluca Marziani, del drammaturgo e regista Giampiero Solari e dell’attore e regista Massimiliano Bruno.

Assalto al cielo

Costruito esclusivamente con materiale documentario di archivio, il film racconta la parabola di quei ragazzi che animarono le lotte politiche extraparlamentari negli anni compresi tra il 1967 e il 1977 e che tra slanci e sogni, ma anche violenze e delitti, inseguirono l’idea della rivoluzione, tentando l’assalto al cielo. Divisa in tre movimenti come fosse una partitura musicale, l’opera di Francesco Munzi esprime il sentimento che oggi conserviamo di quegli anni, mescolando nelle scelte del materiale e di montaggio, memoria personale, storia, spunti di riflessione e desiderio di trasfigurazione.

Hans Werner Henze: la musica, l’amicizia, il gioco

Hans Werner Henze è stato un compositore omosessuale, tedesco, residente in Italia, noto per le sue opinioni politiche marxiste. Valorizzando il bellissimo materiale dell’Istituto Luce, Nina Di Majo ripercorre attraversando i dolori del compositore e l’insofferenza nella casa paterna, le tappe del nazismo, e gli orrori della guerra. Il film è un viaggio attraverso una vita inquieta, la vita di un uomo posseduto dalla musica, il suo percorso artistico e esistenziale, tra momentanei smarrimenti e continue trasformazioni, fratture strazianti e bagliori di serenità.

VEDI ANCHE

DVD

Ad