/ ARTICOLI

"Questa serata è dedicata a Ugo Gregoretti, un grandissimo anticonformista e intellettuale, uno spirito critico discreto". Così esordisce Nicola Zingaretti nelle vesti di presidente della Regione Lazio , nell'auditorium del palazzo storico WeGil, dove sono state invitate personalità del mondo per la premiazione delle coproduzioni internazionali che hanno ricevuto finanziamenti regionali. Tanti i volti noti presenti: Pupi Avati, Stefania Sandrelli, Domenico Procacci, Francesco Bruni, Matteo Garrone, Vinicio Marchioni, Angelo Barbagallo, Matilde De Angelis, Andrea Paris.

"Il bando Lazio Cinema Internazionale , che ha destinato 10 milioni nel 2019, nasce con l'obiettivo di sostenere le coproduzioni internazionali nel Lazio, grazie all'attivazione dei fondi europei POR FESR", spiega Zingaretti. In questi giorni si è aperta la seconda finestra (con scadenza 31 luglio 2019) ei 16 vincitori della prima finestra di 5,3 milioni, premiati da Zingaretti, sono: 3 piani di Nanni Moretti, Bastardi a mano armata di Gabriele Albanesi, Fellini degli spiriti di Selma Jean Dell'Olio, Glassboy, il bambino di vetro di Samuele Rossi, Gli anni belli di Lourenco De Almeida Barbosa De Carvalho, I Liviatani di Riccardo Papa,Il cattivo poeta di Gianluca Jodice, Il nostro Papa di Marco Spagnoli e Tiziana Lupi, Lo spietato di Renato De Maria, L'uomo delle caverne di Tommaso Landucci, Maledetta primavera di Elisa Amoruso, Nido di Mattia Temponi, Pinocchio di Matteo Garrone, Piano de table di Dean Craig, Il grande altro di Jan Schomburg e The Shift di Alessandro Tonda.

Il presidente della Regione Lazio ha poi annunciato il rinnovo nel Lazio Cinema Internazionale con 10 milioni di euro che si aggiungono ai 9 milioni € del Fondo Cinema e Audiovisivo. Zingaretti ha poi ricordato alcuni degli interventi messi in campo dalla Regione Lazio, uno sforzo dalla proposta di legge regionale per il "Riordino delle norme in materia di cinema e audiovisivo" approvato in Giunta e che sarà votata in Consiglio entro l'anno. Le principali innovazioni nella proposta di legge regionale della Regione Lazio in qualità di Socio Fondatore sia all'interno della Fondazione Film Commission della Fondazione Cinema per Roma, recependo le materie introdotte dalla Legge Cinema del 2016;una disciplina organica delle modalità di sostegno della regione al settore cinematografico; un aggiornamento delle istruzioni per l'amministrazione delle comunicazioni.

Anche nel 2020 la Regione Lazio sosterrà la fruibilità strutturale delle vendite con contributi a fondo perduto da 500mila €; la promozione del cinema tra gli studenti ei giovani con contributi a fondo perduto per 300mila €; la digitalizzazione e il restauro del prodotto filmico e audiovisivo; il sostegno come socio fondatore della Fondazione Cinema per Roma con un budget di quasi 800mila €; la partecipazione alla Fondazione Film Commission con 800mila € per attività di promozione del settore; Gian Maria Volonté, la cui sede verrà allargata al secondo piano.

VEDI ANCHE

BANDI

Ad