/ ARTICOLI

Presentata all'interno del MIA la seconda edizione di “MEDIA: Talents on tour”, progetto itinerante in cinque tappe rivolto a dieci produttori emergenti del Sud Italia, promosso dal Creative Europe Desk Italia MEDIA - Ufficio di Bari, in collaborazione con le cinque Film Commission del Sud Italia: Apulia Film Commission, Calabria Film Commission, Film Commission Regione Campania, Lucana Film Commission e Sicilia Film Commission. L’iniziativa ha l'obiettivo di accrescere le competenze di produttori/talenti emergenti e migliorare la loro partecipazione ai bandi previsti in Europa Creativa MEDIA. I dieci produttori partecipanti, attraverso i loro progetti in fase di sviluppo, sono stati seguiti da mentori ed esperti del settore su tutti gli aspetti legati al ciclo di vita di un progetto, avendo così l’opportunità di migliorare la loro idea progettuale e aumentare la qualità e il potenziale di distribuzione del progetto, in linea con quanto previsto dagli obiettivi del sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa.  A parlare dell'iniziativa, tra gli altri, Enrico Bufalini (Project manager CED Media Italy /Istituto Luce Cinecittà), Fabiola Solvi (Administrative Coordinator CED Media Italia / Istituto Luce Cinecittà), Andrea Coluccia (Project Officer CED Media Italia – Bari Office), Alessandro Rais (Direttore Sicilia Film Commission), Paride Leporace (Direttore Lucana Film Commission), Giuseppe Citrigno (Presidente Calabria Film Commission), Maurizio Gemma (Direttore Film Commission Regione Campania), Antonio Parente (Direttore Apulia Film Commission).

Il tour 2019 si è svolto in cinque città del Sud Italia: Sorrento, 11-12 aprile ; Bari, 29-30 aprile; Palermo, 30-31 maggio; Matera, 11-12 giugno ; Cosenza, 25-26 giugno. In fase di presentazione delle candidature, sono pervenute 25 richieste di partecipazione. Sono stati individuati dieci profili emergenti e con dei progetti con forte potenziale. Nove dei dieci produttori selezionati hanno un’età compresa tra i 26 e i 37 anni. Al fine di poter definire la capacità operativa delle società richiedenti, i partecipanti hanno potuto presentare uno o più progetti in fase embrionale /sviluppo. I progetti inviati sono stati trentanove e, rispetto a quelli dei profili selezionati, aver avuto  fin  dall'inizio un portfolio di progetti, ha permesso ai produttori di scegliere quello più adatto da proporre ai mentori e ai colleghi durante il percorso formativo.Il progetto infatti è stato lo strumento di formazione a disposizione dei vari mentori che si sono avvicendati nel corso dei vari appuntamenti. Sia durante che alla fine di ogni tappa, il mentore ha assegnato dei compiti al partecipante per permettergli di lavorare sull'idea progettuale, partendo dai preziosi spunti forniti, e in vista della tappa successiva.Il fabbisogno principale è stato quello di rafforzare, attraverso percorsi di mentoring e di formazione specializzata, le capacità imprenditoriali tipiche di un produttore cinematografico. Oltre a queste, è stato quello di creare e proporre maggiori momenti di incontro, di dialogo e di networking per mappare, restare in contatto a tutti i livelli con i vari stakeholders dell’industria e favorire nuove collaborazioni, coproduzioni e reti di contatti. 

L’idea del mentoring con più tappe è ispirata ai corsi di formazione finanziati dal sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa. Per la Commissione Europea, infatti, la formazione continua dei professionisti è essenziale per rafforzare la competitività dell’industria audiovisiva europea, che è uno degli obiettivi prioritari del Sottoprogramma MEDIA. Per questa ragione MEDIA ha sempre destinato una percentuale significativa del suo budget al cofinanziamento di iniziative di formazione altamente qualificata rivolte ai professionisti del settore audiovisivo, per favorire l’acquisizione di competenze, il networking e l’utilizzo di nuove tecnologie. I corsi di formazione hanno focus e target group differenti e si svolgono generalmente in più tappe dietro pagamento di una fee. Sono quindi delle ottime opportunità di incontro con altri professionisti europei, mentori di fama internazionale e altri stakeholder, ma soprattutto momenti di B2B che favoriscono nuove coproduzioni europee.Il senso dell’iniziativa “MEDIA: Talents on tour” va proprio verso questa direzione: partire dalle competenze dei talenti locali, rafforzando la rete, per favorire prodotti audiovisivi migliori che possano circolare a livello europeo.

VEDI ANCHE

MIA 2019

Ad