/ ARTICOLI

Documentari, grandi anteprime, cinema per ragazzi, video essay, incontri con gli autori (Verdone, Muccino, i duetti con Giancarlo De Cataldo e Maurizio De Giovanni o con Chiara Francini e Francesca D'Aloja).

Riparte mercoledì 12 febbraio la settima edizione di Cinema al MAXXI, rassegna che coniuga arte del presente, cinema e audiovisivi attraverso la collaborazione tra MAXXI e Fondazione Cinema per Roma. Una collaborazione ribadita dalle presidenti delle due istituzioni culturali, Giovanna Melandri e Laura Delli Colli durante l'incontro di stamane. La rassegna, che si svolgerà fino al 29 marzo nell’ambito di CityFest, vede anche la presenza fattiva di Alice nella città diretta da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli con un programma di cinema per bambini e ragazzi che sarà aperto questo sabato 15 febbraio dall'anteprima del kolossal Il richiamo della foresta di Chris Sanders con Harrison Ford e Omar Sy, preceduto dalla lettura di alcune pagine del celebre romanzo di Jack London affidata alla piccola Elisa Del Genio (una delle due protagoniste de L'amica geniale).

Curatore del programma il critico Mario Sesti che ha tracciato un identikit del pubblico d'elezione, metropolitano e colto con gusti eterogenei. In apertura di Cinema al MAXXI sarà presentato in anteprima mondiale Alberto Sordi, un italiano come noi di Silvio Governi, realizzato in occasione del centenario della nascita del grande attore e regista romano (leggi la news). Tornerà, per il terzo anno consecutivo, Extra Doc Festival, il concorso dedicato alle migliori espressioni del documentario italiano con titoli come La scomparsa di mia madre di Beniamino Barrese, Sulle tracce di Maria Lai di Maddalena Bregani (dedicato alla grande artista sarda al centro di una bellissima mostra del MAXXI), Boia, maschere e segreti: l'horror italiano degli anni '60 di Steve Della Casa, Normal di Adele Tulli, Due scatole dimenticate. Viaggio in Vietnam di Cecilia Mangini. A valutare i doc una giuria presieduta dal regista e sceneggiatore Daniele Luchetti affiancato dal giornalista Pedro Armocida, dalla docente di Storia dell’architettura contemporanea Antonella Greco, dal critico Raffaele Meale, dalla presidente della Fondazione MAXXI Giovanna Melandri e dall’artista e performer Nico Vascellari.

Una delle principali novità del 2020 sarà il Video Essay Film Festival (VEFF) che premierà le più innovative forme di critica e riflessione sull'audiovisivo. Prenderà inoltre il via l’omaggio a una delle più autorevoli istituzioni cinematografiche del mondo, la Cineteca di Bologna, con prime visioni, restauri e riedizioni. L’omaggio si aprirà con la proiezione di Apocalypse Now – Final Cut, nuova versione del capolavoro di Francis Ford Coppola, restaurato in 4K nel 2019 da American Zoetrope, in collaborazione con L’Immagine Ritrovata presso il laboratorio Roundabout a partire dal negativo camera originale. Fra le pellicole proposte in versione restaurata anche Strategia del ragno di Bernardo Bertolucci. Fra i film distribuiti in sala dalla Cineteca Ascensore per il patibolo di Louis Malle con la celebre partitura jazz composta da Miles Davis (restaurato da Gaumont), Visages Villages di Agnès Varda e JR, omaggio alla prima regista donna a ricevere un Oscar® alla carriera, e I due papi, protagonisti Anthony Hopkins e Jonathan Pryce, chiamati a impersonare papa Benedetto XVI e Bergoglio, futuro papa Francesco.

Due gli eventi speciali: La lunga marcia di Piero Badaloni dedicato all'impegno delle donne durante la prima guerra mondiale e Incitement di Yaron Zilberman, thriller psicologico che porta sul grande schermo l’assassinio di Yitzhak Rabin, raccontato per la prima volta attraverso un’accurata ricostruzione della personalità e della biografia dell’omicida.

In occasione dei cento anni dalla nascita di Gianni Rodari, verrà proiettata la versione restaurata con risoluzione 2K realizzata da Alice nella città de La freccia azzurra diretto da Enzo D’Alò e liberamente tratto dal racconto del 1954 dello stesso Rodari. Il programma curato da Alice ospiterà inoltre: Quando eravamo fratelli di Jeremiah Zagar, un ritratto immersivo nella vita di una famiglia e del rapporto tra fratelli; La fattoria dei nostri sogni di John Chester, basato sulla storia vera di una coppia in fuga dalla città per realizzare il sogno di una coltivazione biologica; due film di animazione come Steamboy, del maestro giapponese Katsuhiro Ōtomo, e La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti, basato sull’omonimo romanzo di Dino Buzzati. Info su www.alicenellacitta.com.

Da segnalare anche Extra Doc to School progetto di Fondazione Cinema per Roma e Alice nella città che intende promuovere il documentario fra le giovani generazioni. Le schede didattiche delle opere di Extra Doc Festival saranno infatti messe a disposizione sulla piattaforma "Scelte di classe", fornita da Alice nella città, mentre i film circoleranno nei prossimi mesi nelle scuole. 

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad