/ ARTICOLI

TorinoFilmLab, con i suoi laboratori cinematografici di scrittura e sviluppo portati avanti durante l’anno, approda al Meeting Event di novembre, un’occasione per i partecipanti – autori, registi, sceneggiatori internazionali – di presentare i propri progetti ad un’audience di produttori ed esperti del settore, con il fine ultimo di stringere collaborazioni utili a far crescere il proprio film. 

La 13ma edizione del TFL Meeting Event s’è svolta dal 16 al 20 novembre, in versione completamente digitale, ma senza mancare l’appuntamento finale della premiazione. 61 progetti complessivi, 350 decision maker, 700 sessioni di one-to-one per giungere al podio:

10 progetti appartenenti al programma FeatureLab – progetti ad un avanzato stadio di sviluppo – si sono contesi i TFL Production Awards: contributi alla produzione per un valore totale di € 180.000, a supporto dell’ulteriore sviluppo del loro progetto. La Giuria internazionale FeatureLab – composta dal sales agent Yohann Comte (Francia), la produttrice Eve Gabereau (Regno Unito), il produttore Mike Goodridge (Regno Unito), l’autrice, regista e produttrice Annemarie Jacir (Palestina) e la direttrice esecutiva del Toronto International Film Festival, Joana Vicente (Canada) – ha così assegnato i premi: 2 TFL Production Award da € 50.000 ciascuno, con il sostegno del sotto-programma Creative Europe – MEDIA dell’Unione Europea, a Michelle remembers di Pia Borg, prodotto da Helen Olive (Australia/Francia); e a The mysterious gaze of the flamingo di Diego Céspedes, prodotto da Giancarlo Nasi (Cile). 

2 TFL Production Award, per un totale di € 80.000, a The caravan di Zuzana Kirchnerová, prodotto da Jakob Viktorín & l no o e o (Repubblica Ceca/Slovacchia/Italia); e a Diaphanous di Dornaz Hajiha, prodotto da Isabelle Glachant (Hong Kong/Francia).

Ai progetti vincitori che applicheranno il protocollo Green Film potrà essere conferito, inoltre, il nuovo Green Filming Award. Promosso insieme alla Trentino Film Commission, il Premio prevede la realizzazione di un piano di sostenibilità, la copertura di eventuali spese di agenzia di certificazione e un contributo finanziario di € 2.000. TFL White Mirror, premio alla sceneggiatura di € 3.000, a supporto di storie che affrontano temi legati alla sostenibilità con uno stile narrativo originale, è stato conferito a Blue Star di Stella Kyriakopoulos, co-sceneggiato da Margaret Shin (Grecia).  

Poi, ci sono i premi collaterali, assegnati dal TorinoFilmLab e dai suoi partner ai progetti ScriptLab e FeatureLab. I progetti ScriptLab competono per il premio alla sceneggiatura di € 8.000 – offerto da CNC – Centre national du cinéma et de l’image animée – assegnato da una Giuria composta dal programmatore di film festival Paolo Bertolin (Italia), la produttrice Stienette Bosklopper (Paesi Bassi), e la sales agent Sata Cissokho (Francia): riconoscimento a Nearness di Jorge Thielen Armand (Francia/Venezuela). Sono inoltre state assegnate 2 Menzioni Speciali: Ciudad sin sueño di Guillermo García López (Spagna); Home di Or Sinai (Israele).  

Post-Production Award, premio di € 10.000 – che si compone di servizi di post–produzione audio e video presso Filmmore e Posta, più una borsa di studio per partecipare al workshop di post–produzione APostLab 2021 – assegnato al progetto FeatureLab Melting of the ruler di Ivan Sltić, prodotto da Jelena Angelovski (Montenegro). 

Sub–Ti Award, che consiste nella realizzazione di sottotitoli inglesi o italiani o tedeschi, è stato conferito al progetto FeatureLab Heartless di Nara Normande e Tião, prodotto da Justin Pechberty e Emilie Lesclaux (Francia/Brasile/Germania). 

Sub–Ti Access Award, che prevede la realizzazione di sottotitoli per non udenti e ipoudenti, così come di audio descrizioni per ciechi e ipovedenti, e sottotitoli audio, ed è stato assegnato al progetto FeatureLab Karaoke king di Federica Gianni, prodotto da Lara Costa–Calzado e Tatiana Bears (Italia/Stati Uniti). 

Durante il TFL Meeting Event sono stati anche assegnati ufficialmente i finanziamenti del TorinoFilmLab a supporto delle coproduzioni internazionali. I  3 premi TFL Audience Design Fund, a sostegno di strategie innovative di coinvolgimento del pubblico al momento della distribuzione, sono stati ufficialmente assegnati a El father plays himself di Mo Scarpelli (Regno Unito/Canada/Italia/Venezuela) – € 45.000, The salt in our waters di Rezwan Shahriar Sumit (Bangladesh/Francia) – € 45.000, White building di Kavich Neang (Cambogia/Francia/Cina) – € 45.000.

Il TFL Co–Production Fund 2020 supporta le co-produzioni tra compagnie europee e internazionali ed è stato assegnato al progetto Chocobar di Lucrecia Martel (Argentina/Stati Uniti/Danimarca/Messico) – € 50.000. 

VEDI ANCHE

TFL 2020

Ad