/ ARTICOLI

TAORMINA – “La voce del padrone è stata la colonna sonora dell’estate 1982, per questo il documentario doveva assolutamente essere presentato ora, nel quarantesimo anniversario, in uno dei quattro festival italiani più importanti”. Ne è convinto Marco Spagnoli, che ha concepito il doc (di cui firma la regia) come un viaggio fisico e spirituale - da Milano a Milo – per raccontare Franco Battiato e la sua influenza sulla cultura del nostro paese. Prodotto da RS Productions e ItsArt e presentato tra le premiere del Taormina Film Fest, Franco Battiato - La voce del padrone compie un percorso attraverso i volti e le voci di amici, colleghi, registi e giornalisti come Willem Dafoe, Grazia Coccia, Morgan, Giacomo Pellicciotti, Carmen Consoli, Vincenzo Mollica, Alberto Radius, interrogati da Stefano Senardi. “Era la persona giusta per accompagnare lo spettatore in un viaggio emotivo alla scoperta di Battiato, senza che ne uscisse un santino. Questo film è nato quando Franco Battiato era ancora vivo – ha precisato poi Spagnoli - ma come spesso accade per tanti progetti, è stato rinviato di qualche anno”.

Il film è stato proiettato al Teatro Antico un paio di sere dopo l’avvento dei campioni del mondo Tardelli, Dossena, Collovati e Selvaggi con il loro doc Italia 1982 – Una storia azzurra. Quegli stessi atleti che si caricavano per le partite intonando Cuccurucucù. “Quando gli azzurri sono diventati campioni mondiali c'è stato il boom di Battiato – ricorda il musicista Radius, “la persona che ha passato più tempo di tutti accanto al cantautore”, come dice lui stesso – Facevamo delle serate alla Capannina di Viareggio, ma nelle sere delle partite avevamo il day off: non suonavamo e con Franco ci siamo ritrovati a gioire per quella vittoria”. Il chitarrista, che ha accompagnato il film a Taormina, pensa che quella di Battiato sia “una voce che guarisce, miracolosa”, e spiega: “Succedeva che io gli raccontassi delle cose che mi erano accadute, degli aneddoti, e dopo un’ora lui si presentava con una canzone scritta a partire da quelli”. La Voce del Padrone è stato il primo album a vendere oltre un milione di copie in Italia nel 1982. “Non sappiamo ancora chi sia Franco Battiato - conclude Radius - Ce ne renderemo conto da qui ai prossimi vent’anni”.

VEDI ANCHE

TAORMINA 2022

Ad