/ ARTICOLI

Il 23 maggio 1992 una bomba esplodeva a pochi metri dallo svincolo di Capaci. Il 19 luglio un altro ordigno detonava in via d’Amelio a Palermo. A 30 anni da quest’ultima ricorrenza, l’Italia intera si unisce nel ricordo di Falcone e Borsellino i due magistrati simbolo della lotta alla mafia. Innumerevoli, infatti, sono gli eventi dedicati in qualche modo al ricordo di questo eroi e martiri che non devono essere dimenticati.

Protagonista, ovviamente, è Palermo che ospita diversi appuntamenti. Alcuni più istituzionali, come il convegno “A 30 anni dalle stragi. Questione criminale è questione democratica. L’altra storia” in programma alle ore 20.30 presso l’Atrio della Biblioteca comunale di Palermo a Casa Professa. Interverranno tra gli altri il giornalista Andrea Purgatori, il Procuratore Generale della Repubblica di Palermo Roberto Scarpinato e Pif, regista che ha raccontato indirettamente le stragi nel suo film d’esordio La mafia uccide solo d’estate.

Ci si sposta alla Terrazza Padre G. Messina al Foro Italico per la rassegna Cinema City, il cinema nelle piazze, che propone un documentario omaggio a Letizia Battaglia, da poco scomparsa, una pioniera della moderna fotografia, la donna universalmente riconosciuta non solo come fotografa di mafia ma come una delle figure più importanti dello scenario contemporaneo, per le sue fotografie saldamente presenti nell’immaginario collettivo e per il valore civile ed etico di tutta la sua produzione. Cinema City vuole celebrare la grande fotografa dedicandole un’intera serata in collaborazione con Sky Arte e con CSC sede Sicilia, con la proiezione del documentario Amore Amaro di Francesco Raganato, che introdurrà il film, Costanza Quatriglio e il ricordo di Matteo e Marta Sollima, nipoti della fotografa e custodi dell’archivio fotografico.

Si è già svolto nel weekend del 16 e 17 luglio a Gibellina l’omaggio pensato dallo storico festival teatrale Orestiadi, che per la sua 41ma edizione, diretta da Alfio Scuderi, ha scelto non a caso il tema “Se la memoria ha un futuro”. L’omaggio si è concentrato in particolare con lo spettacolo È la notte un raduno d’ombre diretto da Franco Maresco, regista tra le altre cose dei due acclamati documentari Belluscone – Una storia siciliana e La mafia non è più quella di una volta. Lo spettacolo si basa sugli scritti del grande poeta e drammaturgo palermitano Franco Scaldati, in particolare sugli inediti appunti su Falcone, ritrovati nel 2018 a cinque anni dalla morte dell’autore. Maresco fa suo lo stile di Scaldati, raccontando di traverso il periodo delle stragi senza mai nominare le vittime, quanto piuttosto rappresentando i vizi e gli umori di personaggi limitrofi a quegli ambienti, figli di una Palermo intrisa di cultura mafiosa. Sul palco l’attore Melino Imparato, già protagonista del recente spettacolo Inedito Scaldati ospitato al teatro Biondo, duetta col musicista Gabriele Mirabassi, interagendo con videoproiezioni, che nel pieno stile grottesco di Maresco, sono in grandi di riportarci nella Palermo dimenticata di 30 anni fa.

Il 21 giugno ci sposta al Milazzo Film Festival dove sarà presente il procuratore di Catanzaro, dott. Nicola Gratteri, per un momento di riflessione e conversazione, curato dall’associazione “Città Invisibili”. Mentre il 22 giugno a Besnate in provincia di Varese sarà posta una targa in ricordo dei due giudici, a chiusura di due interi mesi di celebrazione del trentennale.

In questi giorni il ricordo è celebrato anche dai principali palinsesti televisivi. Molto ricca in particolare la programmazione della Rai, con un intero programma dedicato alla celebrazione. La prima serata di Rai 1 propone la fiction Paolo Borsellino, i 57 giorni con Luca Zingaretti. Su Rai 3 il filo del ricordo di Borsellino e degli uomini della sua scorta viene dipanato a cominciare dalle 8 con Agorà Estate e continua alle 13.15 con la puntata di “Passato e presente” dal titolo Le stragi di mafia del ’92. Alle 21.20 Giorgio Zanchini ospita il procuratore Nicola Gratteri nella trasmissione "Filorosso". RaiNews24 realizza uno speciale di mezz'ora alle 9 e seguirà con l’inviata Angela Caponnetto le iniziative che si svolgeranno a Palermo, dedicate al ricordo del giudice assassinato. La Tgr Sicilia seguirà le iniziative in programma sul luogo della strage con le scolaresche la mattina e con i protagonisti dell'antimafia nel pomeriggio. Omaggi e ricordi riempiono i palinsesti di tutti i canali: da Rai Storia a Rai 5, passando per Rai Scuola.

Infine, è disponibile in streaming Cosa Nuova, uno speciale proposto dal canale Sky Tg 24 che racconta come gli uomini delle cosche siano cambiati nel tempo: come si siano inseriti nella finanza, nel mondo degli affari, come siano passati dal kalashnikov al colletto bianco. Il 17 giugno Canale 5 ha programmato la miniserie Paolo Borsellino con Giorgio Tirabassi e i docufilm Io ricordo.

VEDI ANCHE

ANNIVERSARI

Ad