/ FOCUS

LUCE CINECITTÀ

 Elementi

Pannone e Sparagna ricevono il premio Fulchignoni CICT-UNESCO

La Giuria del Premio Fulchignoni Unesco ha assegnato il premio speciale al film Scherza coi fanti. "Per la forza, documentaristica ed emotiva insieme, mostrata nel testimoniare l’avversione per la guerra e la volontà di pace di un popolo attraverso un percorso lungo più di cento anni, dall’Unità d’Italia ad oggi, nei conflitti del nostro Paese, magistralmente articolato nell’intreccio antiretorico e tragicomico tra la recitazione di brani tratti dai diari di soldati delle diverse epoche", si legge nella motivazione

Aquile Randagie: non eroi, semplicemente umani

Esce il 30 settembre come evento per tre giorni, distribuito da Luce Cinecittà nell’importante numero di 200 copie, Aquile Randagie, opera d’esordio di Gianni Aureli, che racconta i valori dello scautismo in Italia e la dura lotta per la loro sopravvivenza durante gli anni del fascismo. “Non erano eroi – dicono regista e sceneggiatore – solo ragazzi che hanno resistito alla dittatura un giorno in più, aiutando gli altri. E’ semplicemente umano e tutti potremmo farlo”

Italian Screenings a Lecce

È l’unico mercato annuale del cinema italiano, un momento importante dell’internazionalizzazione del nostro cinema: gli Italian Screenings, organizzati da Istituto Luce-Cinecittà sono arrivati alla 16.ma edizione, tenutasi quest’anno a Lecce – dopo un fortunato biennio a Napoli – dal 26 al 30 giugno, e oggi se ne rendono noti i primi risultati e linee di tendenza: con importanti conferme e alcune rilevanti novità

L'Archivio Luce omaggia Dino De Laurentiis

L'Archivio Luce dedica una pagina alla ricorrenza dei 100 anni della nascita del grande produttore, l'8 agosto. Dal primo del 1939, I Grandi magazzini di Mario Camerini, ha firmato film di enorme successo: Riso Amaro di De Santis a Guardie e Ladri di Steno e Monicelli, del 1951, che valse a Totò il Nastro d'Argento come migliore attore

Paolo Quaregna: quando i migranti italiani 'invasero' il Quebec

“Il documentario La seconda patria è nato per rivolgersi al pubblico delle democrazie del mondo occidentale che da decenni devono confrontarsi col fenomeno migratorio”, dice il regista del film distribuito da Luce Cinecittà. Il 20 agosto si vedrà al Mantova Film Festival

Paolo Damilano nominato nel CdA di Luce Cinecittà

Paolo Damilano, presidente della Film Commission Torino Piemonte, subentra a Paolo Stefano Tenna scomparso tragicamente lo scorso maggio

'La seconda patria' al Barberini

Domani Mercoledì 10 luglio alle 20.30 al Cinema Barberini, il regista Paolo Quaregna presenta il film e incontra il pubblico, in una proiezione evento assieme ai produttori e distributori del film, per raccontare la sua esperienza in Quebec e una testimonianza illuminante sul tema delle migrazioni

'Bulli e pupe' al cinema Farnese

Dopo il successo di Nessuno ci può giudicareSteve Della Casa e Chiara Ronchini tornano in sodalizio per raccontare uno spaccato storico del Paese in un intreccio di memoria popolare e colta, di archivio e cinema. Applaudito all’ultimo Torino Film Festival, con un pieno di elogi critici, Bulli e pupe – Storia sentimentale degli anni cinquanta, prodotto da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con Titanus, è il racconto del Paese dalle macerie del secondo dopoguerra all’alba del 1960 e del boom

New York per Ermanno Olmi

Al Lincoln Center di New York la grande retrospettiva dedicata al maestro, dal 14 al 26 giugno. 19 film, proiezioni in pellicola, la prima mondiale del restauro in 4k de Il mestiere delle armi. Un evento promosso e organizzato da Film at Lincoln Center e Istituto Luce-Cinecittà 

'Selfie' film della critica

Il film Selfie di Agostino Ferrente distribuito da Istituto Luce Cinecittà dal 30 maggio è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani SNCCI, con la seguente motivazione: "Agostino Ferrente torna a Napoli per chiedere a due sedicenni del Rione Traiano di raccontarsi con losmartphone. Ne esce un film che rivoluziona il modo di fare cinema come la nostra immagine dellacittà, intrecciando dubbi, sogni, corpi, sentimenti dei protagonisti alla storia tragica di un loro coetaneoucciso per errore da un carabiniere, con tutta la forza della testimonianza e la contagiosa leggerezza della poesia".

Ad