/ INTERVISTE

Dario Argento: “Sul set con Romero, bloccati dalla tempesta”

Protagonista della seconda giornata del Noir, Dario Argento, il “Colosseo delle storie horror” come l'ha definito Guillermo Del Toro, racconta i retroscena della sua collaborazione a Zombi (1978), il secondo capito della saga firmata da George A. Romero che ha rivoluzionato il genere horror e tracciato una delle figura più complesse e interessanti del cinema di genere, il non morto

Jia Zhang-ke: "Alla ricerca del tempo perduto"

Presidente della giuria del 36° Tff, Jia Zhang-ke ha portato al festival anche il suo nuovo film, I figli del Fiume Giallo che uscirà in Italia a inizio 2019 con Cinema. Storia di una coppia che si perde, si ritrova e si perde di nuovo e che diventa metafora dei cambiamenti di un'intera società

Leonardo Tiberi: come Peter Jackson in ‘They Shall Not Grow Old’

In sala, in occasione del Centenario della fine della Grande Guerra Il destino degli uomini di Leonardo Tiberi. Che usa il repertorio per raccontare una storia – quella dell’eroe dei mari Luigi Rizzo – mescolandola però con sapienti intervalli di fiction. Il protagonista è Andrea Sartoretti

Maurizio Zaccaro: quella volta che Olmi cercò De Niro

Al TFF giornata dedicata al grande regista con la partecipazione di amici e collaboratori tra i quali Zaccaro che ricorda il sodalizio: "Sulle orme di Rossellini nei suoi film recitano spesso attori non professionisti, anche se per Camminacammina tentò di avere Vittorio Gassman e per La leggenda del santo bevitore Robert De Niro, ma a Parigi il loro incontro artistico sfumò"

Alexey German jr: "Dovlatov, dissidente come mio padre"

Dopo l'Orso d'argento per il contributo artistico a Berlino, arriva anche al TFF Dovlatov I libri invisibili, nuovo film di Aleksey German Jr. Il film, girato in atmosfere nebbiose che sembrano confondere realtà storica, immaginazione artistica e sogno (o incubo) è un omaggio a scrittori dissidenti come Sergei Dovlatov e Iosif Brodsky. E come il padre del regista. In sala con Satine Film

Della Casa&Ronchini: gli anni '50 non solo DC e PCI

"Si racconta quel decennio sempre con questo schema: da una parte i democristiani dall’altra i comunisti, Gagarin contro la Nasa. Noi pensiamo che c’era dell'altro: tensioni giovanili, conflitti generazionali. E c’erano intellettuali che avevano capito questi fermenti". Così gli autori del documentario Bulli e pupe, distribuito da Luce Cinecittà che lo ha anche prodotto in collaborazione con Titanus

Guillaume Senez: "Storia di un padre in lotta"

In concorso al TFF e in sala con Parthenos dal 7 febbraio, Le nostre battaglie, del belga Guillaume Senez. Opera seconda che affronta il tema dell’alienazione contemporanea, attraverso il ritratto di un operaio che prende via via coscienza dell’importanza di costruire un rapporto autentico con i suoi due figlioletti, dopo che la moglie è scomparsa nel nulla

Jason Reitman: "Così il gossip ha inquinato la politica"

Il regista di Thank You for Smoking, Juno e Tra le nuvole, ha portato sullo schermo il libro All the Truth Is Out: The Week Politics Went Tabloid di Matt Bai, in un film che fotografa la nascita della politica-spettacolo con il caso del senatore Gary Hart. Apertura del TFF e in sala dal 21 febbraio con Warner Bros. 

Carlo Verdone: "Il cinema? Meglio in sala dove mantiene la sua anima"

Tanti personaggi indimenticabili e inconfondibili racchiusi in uno scatto: cento fotografie celebrano l'arte di Carlo Verdone e i suoi quarant’anni di carriera nel volume Uno, dieci, cento Verdone, nato da un’idea del fotografo Claudio Porcarelli. E l'attore-regista parla a ruota libera: da Alberto Sordi a Netflix

Ad