/ FOCUS

BERLINO 2019

 Elementi

Berlino chiude in musica con Aretha e i Toten Hosen

Sono ben due i film musicali che allietano l’ultima giornata di proiezioni della 69ma edizione della Berlinale. Il primo, in concorso, è Amazing Grace, film concerto girato da Sydney Pollack (che porta però la firma del produttore Alan Elliot, per scelta del regista), su una storica esibizione di Aretha Franklin che fino ad oggi non ha potuto vedere la luce a causa di problemi tecnici. Il secondo, per Berlinale Special Gala, è il docu film Toten Hosen - Weil du nur einmal lebst, di Cordula Kablitz-Post vor (con il supporto dell’esperto di immagini onstage Paul Dugdale), che racconta il tour 2018 della seminale punk band di Dusseldorf

Charlotte Rampling: "Il portiere di notte è sempre attuale"

Orso alla carriera per l'attrice britannica, diventata un'icona internazionale grazie al film di Liliana Cavani che nel 1974 fece scandalo e scosse le coscienze. E la regista italiana, intervistata sul red carpet, anticipa: "Vorrei tornare a girare con Rampling"

Melodramma e storia nel cinese 'So long, my son'

So long, my son (Di jiu tian chang) di Wang Xiaoshuai racconta in tre ore intense trent'anni di saga familiare e di storia della Cina tra gli anni '80 e i '90, con la rivoluzione culturale e la crescita rapida del capitalismo. “Dopo la rivoluzione culturale – dice il regista – la tendenza è stata per molti quella di non pensare più al passato ma di dimenticare tutto e andare avanti sotto tutti gli aspetti, da quello economico a quello ideologico. Ma non si può fare a meno delle lezioni del passato"

Synonymes: l'addio al linguaggio di un giovane israeliano

Yoav è un ragazzo israeliano fuggito in Francia per dimenticare il suo passato, il che significa anche dimenticare la propria identità. Decide di farlo a partire dal linguaggio. E' autobiografico Synonymes, il film di Nadav Lapid in concorso alla Berlinale

Loren e Cardinale nella mostra sui 69 anni di Berlino

Con la spettacolare mostra fotografica “Zwischen den Filmen / Between the Films”, allestita su due piani al Deutsches Filmmuseum di Potsdamer Platz, la Berlinale celebra i suoi 69 anni di attività. Tanti gli italiani tra i personaggi immortalati

Agnès Varda, da Cléo al MoMA di New York

La cineasta franco-belga, novantenne, maestra di cinema e di idee, ha ricevuto la Berlinale Kamera e ha presentato in anteprima il documentario Varda par Agnès, una travolgente masterclass sul suo lavoro di regista e artista visiva. "Sono stata e sono una femminista gioiosa"

Isabel Coixet: "Senza Netflix questo film non si sarebbe potuto fare"

Ci sono voluti dieci anni per portare al cinema la storia vera di Elisa Sanchez Loriga e Marcela Gracia Ibeas, le prime donne a sposarsi nella Spagna del 1901 subendo poi gravissime persecuzioni. Ora il film, Elisa y Marcela, è in concorso a Berlino. Non senza polemiche legate alla produzione Netflix

A Berlino i bugiardi di Tavarelli

E’ stato presentato nel corso del panel ‘Drama - No Borders ‘ organizzato dall’EFM – European Film Market il nuovo lavoro di Gianluca Maria Tavarelli. Si tratta di un adattamento per l’Italia della serie tv inglese Liar, intitolato Non mentire, che andrà in onda in 6 episodi da 50 minuti su Canale 5 a partire dal 7 febbraio. Protagonisti sono Alessandro Preziosi e Greta Scarano

Alicia Vikander per Antropocene

Il docufilm di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier e Edward Burtynsky, narrato da Alicia Vikander, fa parte della mostra Antropocene che sarà allestita dal 15 maggio alla Fondazione MAST di Bologna. Anteprima a Berlinale Special

Catherine Deneuve nonna coraggio con nipote jihadista

L'attrice è protagonista del film L'adieu à la nuit di André Téchiné, fuori concorso alla Berlinale. Interpreta una donna solare e amante della natura che scopre improvvisamente che suo nipote milita in un gruppo di jihadisti. "E' una donna che cerca di comprendere senza giudicare - dice l'attrice del suo personaggio - ma anche capace di rabbia di fronta alla bugia del nipote"

Ad