/ NEWS

Fil rouge di Fantasmagorie - Piccola rassegna di cinema d’animazione - dal 3 al 7 luglio a Lecco con la direzione artistica di Giulio Sangiorgio - sarà il 50° anniversario dello sbarco sulla luna, con proiezioni in piazza dedicate al grande pubblico e un progetto in realtà virtuale firmato da Igor Imhoff, Boy VR. L’autore d’avanguardia propone anche un suggestivo progetto nel contesto del Palazzo delle Paure, Quarantana - I promessi sposi di Gonin, che catapulta il pubblico nel romanzo manzoniano illustrato dal pittore ottocentesco Francesco Gonin.

Collegata all’anniversario è la sezione “Se guardi in alto c’è ancora la Luna”, proponendo una selezione di quattro lungometraggi, anticipati ogni sera da una serie di corti lunari. Si comincia con.due opere d’animazione in piazza Garibaldi: Wallace & Gromit - La maledizione del coniglio mannaro di Nick Park e Steve Box (mercoledì 3 luglio) e La storia della principessa splendente di Isao Takahata (sabato 6 luglio); First on the moon di Aleksej Fedorchenko (giovedì 4 luglio), un mockumentary su uno sbarco sovietico sulla Luna negli anni 30; Operazione Avalanche di Matt Johnson (venerdì 5 luglio).

Loris Lazzati del Gruppo Deep Space del Planetario di Lecco a precede questi ultimi due appuntamenti cinematografici con una discussione che, in linea con il tema delle due proiezioni, si focalizza sul debunking delle teorie complottistiche sull'allunaggio. La chiusura della sezione e della rassegna (domenica 7 luglio) è affidata alla proiezione del pionieristico Viaggio nella luna di George Méliès (Francia, 1902), a cui seguirà il concerto dei Grimoon,  gruppo musicale italo-francese che si esibirà sulle immagini di Vers la lune, creazione artigianale autarchica che unisce costruzioni a mano, stop motion, suoni e visioni.

Fantasmagorie dedica inoltre un omaggio all'animatrice statunitense Nina Paley attraverso la proiezione dei suoi due lungometraggi ad oggi ancora inediti in Italia. Con Sita Sings the Blues (2008) e Seder-Masochism (2018), ispirati rispettivamente al poema epico induista “Ramayana” e al “Libro dell'Esodo”, Paley si diverte a rielaborare, con irriverenza, miti letterari e icone religiose. Opere capaci di scavare in modo graffiante nel tessuto sociopolitico ma che regalano allo spettatore una leggerezza inattesa. Appuntamento a sabato 6 e domenica 7 luglio alle ore 18.00 presso Spazio Teatro Invito (Via Foscolo 42).

La sezione Favole d’Europa propone al Teatro Invito (sabato 6 e domenica 7 luglio dalle ore 15.00) 12 dei 39 corti d’animazione realizzati tra il 1973 e il 1978 frutto della coproduzione tra la Corona cinematografica dei fratelli Ezio ed Elio Gagliardo e diversi Paesi europei. La digitalizzazione di questi piccoli tesori del Cinema Europeo è affidata alla Cineteca di Bologna, grazie alla quale si potranno corti che spaziano dall’animazione tradizionale al collage, dalla silhouette alla stop motion.

Tutte le proiezioni in programma di Fantasmagorie sono aperte al pubblico; in caso di pioggia gli eventi in Piazza Garibaldi si sposteranno al Palazzo delle Paure (Piazza XX Settembre, 22) e il videomapping di Igor Imhoff del 28 giugno verrà rimandato al 13 luglio. LEGGI IL PROGRAMMA

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad