/ NEWS

Finalmente in sala uno dei favoriti dell'Oscar, e vincitore del Leone d'oro di Venezia, La forma dell'acqua del genaccio messicano Guillermo Del Toro con Sally Hawkins, Octavia Spencer, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg. L'autore di fantasy politici come Il labirinto del fauno racconta la storia di una timida donna delle pulizie muta (Sally Hawkins) che in piena guerra fredda lavora in un laboratorio segreto del Pentagono dove viene portato dalle acque dell'Amazzonia un uomo pesce, la Bestia che conquisterà il cuore della sua Bella.

Dalla Mostra di Venezia arriva anche Hannah di Andrea Pallaoro con CharlotteRampling, vincitrice della Coppa Volpi. E' il ritratto di una donna che va letteralmente in pezzi dopo che il marito è finito in carcere - e capiremo piano piano perché - mentre il resto della sua famiglia le volta le spalle.

E' una commedia corale e "urlata" A casa tutti bene di Gabriele Muccino con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Massimo Ghini, Sabrina Impacciatore, Gianfelice Imparato, Ivano Marescotti, Giulia Michelini, Sandra Milo, Giampaolo Morelli, Stefania Sandrelli, Valeria Solarino, Gianmarco Tognazzi. Muccino ritorna in patria dopo la lunga parentesi americana con un film sulla famiglia esplosa che sembra anche una resa dei conti autobiografica, tra corna, invidie, differenze sociali, canzoni e colpi di scena.

Black Panther di Ryan Coogler con Chadwick Boseman, Michael B.Jordan, Andy Serkis, Angela Bassett, Lupita Nyong'o, Forest Whitaker, Martin Freeman, è il primo film afro-americano della premiata ditta Marvel e primo film da protagonista per un personaggio, come sempre ideato da Stan Lee, che aveva fatto capolino nel precedente Captain America: The Civil War. In un'Africa inventata l'erede al trono di un minuscolo staterello si batte contro ingiustizie e complotti di palazzo e dovrà vedersela anche con le mire dei governi e degli speculatori occidentali.

In sala anche il documentario Reset dei francesi Thierry Demaizière e Alban Teurlai che racconta l'esordio del coreografo Bejamin Millepied chiamato a svecchiare un'istituzione centenaria e conservatrice come il corpo di ballo dell'Opéra di Parigi e il film a episodi italiano di Antonio Guerriero, Emanuele Palamara e Gennaro Scarpato intitolato San Valentino Stories.  

VEDI ANCHE

USCITE

Ad